Cerca un autore celebre

Arthur Schopenhauer



«Non v'è dubbio che la vita non ci sia stata data perché ne godiamo, ma per vincerla, per superarla.»

VOTI: 1


«Il gloriarsi di una qualità è un confessare che non la si possiede.»

VOTI: 1


«I pregi della posizione sociale, della nascita, sia pure regale, della ricchezza e simili stanno agli autentici pregi personali, il grande spirito o il grande cuore, come i re da palcoscenico stanno a quelli veri.»

VOTI: 1


«Perdonare e dimenticare vuol dire gettare dalla finestra una preziosa esperienza già fatta.»

VOTI: 1


«La parola di un uomo è il più duraturo dei materiali.»

VOTI: 1


«La salute sta tanto al di sopra di tutti i beni esteriori, che in verità un mendico sano è più felice di un re malato.»

VOTI: 1


«Ogni bambino che nasce è in qualche misura un genio, così come un genio resta in qualche modo un bambino.»

VOTI: 1


«Per ogni libro degno di essere letto c'è una grande quantità di carta straccia.»

VOTI: 1


«Ogni separazione ci fa pregustare la morte; ogni riunione ci fa pregustare la risurrezione.»

VOTI: 1


«La pietà per ogni essere vivente è la prima valida garanzia per il buon comportamento dell'uomo.»

VOTI: 1


«Every man takes the limits of his own field of vision for the limits of the world. | Ogni uomo prende i limiti del proprio campo visivo per i limiti del mondo.»

VOTI: 1


«La gente comune pensa soltanto a passare il tempo, chi ha ingegno a renderlo utile.»

VOTI: 1


«Scuri in viso, lasciamo passare senza goderne infinite ore piacevoli e serene; ma quando poi arrivano quelle brutte, riguardiamo con vana nostalgia alle prime.»

VOTI: 1


«Con poco sapere, ma di buona qualità, si produce di più che con moltissimo sapere di cattiva qualità.»

VOTI: 1


«Il grande dolore che ci provoca la morte di un buon conoscente ed amico deriva dalla consapevolezza che in ogni individuo v'è qualcosa che è solo suo, e che va perduto per sempre.»

VOTI: 1


«Che cosa rende filosofi? Il coraggio di non serbare alcuna domanda nel cuore.»

VOTI: 1


«La speranza e la paura ci fanno vedere come verosimile e prossimo rispettivamente ciò che desideriamo e ciò che temiamo, ma entrambe ingrandiscono il loro oggetto.»

VOTI: 1


«Solo la luce che uno accende a se stesso, risplende in seguito anche per gli altri.»

VOTI: 1


«Dei mali della vita ci si consola con la morte, e della morte con i mali della vita. Una gradevole situazione.»

VOTI: 1


«Immaginiamo che qualcuno, per esperienza propria o perché glielo fanno notare gli altri, riconosca un grave difetto del proprio carattere e se ne rammarichi, proponendosi con fermezza e sincerità di migliorarsi e di liberarsene: ciò nonostante, alla prima occasione, quel difetto avrà di nuovo libero corso. Nuovo pentimento, nuovo proposito, nuova ricaduta.»

VOTI: 1
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10