Cerca un autore celebre

Pablo Neruda



«Oggi lasciate che sia felice, io e basta, con o senza tutti, essere felice con l'erba, e la sabbia, essere felice con l'aria e la terra, essere felice con te, con la tua bocca, essere felice.»

tag: felicita e tristezza
VOTI: 3


«Bella, / come nella pietra fresca / della sorgente, l'acqua / apre un ampio lampo di schiuma, / così è il sorriso del tuo volto, / bella.»

VOTI: 3


«E' proibito non essere te stesso davanti alla gente,fingere davanti alle persone che non ti interessano,essere gentile solo con chi si ricorda di te,dimenticare tutti coloro che ti amano.»

VOTI: 6


«Cuori spezzati, abbiate fede nei vostri morti! Essi non soltanto sono radici sotto le pietre macchiate di sangue, ma le loro bocche mordono ancora esplosivo e vanno all'attacco come oceani di ferro e ancora i loro pugni levati smentiscono la morte.»

VOTI: 1


«Chino sulle sere tiro le mie tristi reti | ai tuoi occhi oceanici. | | Lì si distende e arde nel più alto fuoco | la mia solitudine che fa girare le braccia come un naufrago. | | Faccio rossi segnali ai tuoi occhi assenti | che ondeggiano come il mare sulla riva di una faro. | | Conservi solo tenebre, donna distante e mia, | dal tuo sguardo emerge a volte la costa del terrore. | | Chino sulle sere getto le mie tristi reti | in quel mare che scuote i tuoi occhi oceanici. | | Gli uccelli notturni beccano le prime stelle | che scintillano come la mia anima quando ti amo. | | Galoppa la notte sulla sua cavalla cupa | spargendo spighe azzurre sul prato.»

VOTI: 2


«Non t'amo come se fossi rosa di sale, topazio | o freccia di garofani che propagano il fuoco: | t'amo come si amano certe cose oscure, | segretamente, tra l'ombra e l'anima. | | T'amo come la pianta che non fiorisce e reca | dentro di sé, nascosta, la luce di quei fiori; | grazie al tuo amore vive oscuro nel mio corpo | il concentrato aroma che ascese dalla terra. | | T'amo senza sapere come, né quando, né da dove, | t'amo direttamente senza problemi né orgoglio: | così ti amo perché non so amare altrimenti | | che così, in questo modo in cui non sono e non sei, | così vicino che la tua mano sul mio petto è mia, | così vicino che si chiudono i tuoi occhi col mio sonno.»

VOTI: 2


«In quell'istante ebbero termine i libri, | l'amicizia, i tesori senza sosta accumulati, | la casa trasparente che tu e io costruimmo: | tutto cessò d'esistere, tranne i tuoi occhi.»

VOTI: 2


«T'amo senza sapere come, né quando né da dove, | t'amo direttamente senza problemi né orgoglio: | così ti amo perché non so amare altrimenti | che così, in questo modo in cui non sono e non sei, | così vicino che la tua mano sul mio petto è mia, | così vicino che si chiudono i tuoi occhi col mio sonno.»

VOTI: 1


«Saprai che non t'amo e che t'amo | perché la vita è in due maniere, | la parola è un'ala del silenzio, | il fuoco ha una metà di freddo. | | Io t'amo per cominciare ad amarti, | per ricominciare l'infinito, | per non cessare d'amarti mai: | per questo non t'amo ancora. | | T'amo e non t'amo come se avessi | nelle mie mani le chiavi della gioia | e un incerto destino sventurato. | | Il mio amore ha due vite per amarti. | Per questo t'amo quando non t'amo | e per questo t'amo quando t'amo.»

VOTI: 1


«Mi piace quando taci | Mi piace quando taci perchè sei come assente, | e mi ascolti da lungi e la mia voce non ti tocca. | Sembra che gli occhi ti sian volati via | e che un bacio ti abbia chiuso la bocca. | Poichè tutte le cose son piene della mia anima | emergi dalle cose, piene dell'anima mia. | Farfalla di sogno, rassomigli alla mia anima, | e rassomigli alla parola malinconia. | Mi piace quando taci e sei come distante. | E stai come lamentandoti, farfatta turbante. | E mi ascolti da lungi, e la mia voce non ti raggiunge: | lascia che io taccia col tuo silenzio. | Lascia che ti parli pure col tuo silenzio | chiaro come una lampada, semplice come un anello. | Sei come la notte, silenziosa e costellata. | Il tuo silenzio è di stella, così lontano e semplice. | Mi piace quando taci perchè sei come assente. | Distante e dolorosa, come se fossi morta. | Allora una parola, un sorriso bastano. | E son felice, felice che non sia così.»

VOTI: 2


«El Océano Pacífico | se salía del mapa. | No había donde ponerlo. | Era tan grande, desordenado | y azul que no cabía en ninguna parte. | Por eso lo dejaron frente a mi ventana.»

VOTI: 1


«Prima di me | non sono geloso, | Vieni con un uomo | alla schiena, | vieni con cento uomini nella tua chioma, | vieni con mille uomini tra il il tuo petto e i tuoi piedi, | vieni come un fiume | pieno d'affogati | che trova il mare furioso, | la spuma eterna del tempo! | Portali tutti | dove io t'attendo: | sempre saremo soli, | sempre sarem tu e io | sali sopra la terra | per iniziare la vita.»

VOTI: 1


«Non oso, | non oso scriverlo, | se muori.»

VOTI: 1


«El amarillo de los bosques | es el mismo del ano ayer? | | Y se repite el vuelo negro | de la tenaz ave marina? | | Y donde termina el espacio | se llama muerte o infinito? | | Què pesan màs en la cintura, | los dolores o los recuerdos? | | | Il giallo dei boschi | è lo stesso dell'anno ieri? | | E si ripete il volo nero | del tenace uccello marino? | | E dove termina lo spazio | si chiama morte o infinito? | | Cosa pesano di più alla cintola | i dolori oppure i ricordi?»

VOTI: 1


«Io le costellazioni sfogliai, ferendomi, | afflilando le dita al contatto delle stelle, | tessendo fibra a fibra la gelida orditura | di un castello senza porte...»

VOTI: 1


«Non voglio che vada perduta la loro Eredità di Gioia.»

VOTI: 1


«Per questo sei la sete e ciò che deve saziarla.»

VOTI: 1


«Toglimi il pane, se vuoi, toglimi l'aria, ma non togliermi il tuo sorriso (...) | Dura è la mia lotta e torno con gli occhi stanchi, a volte, d'aver visto la terra che non cambia, ma entrando il tuo sorriso sale al cielo cercandomi ed apre per me tutte le porte della vita.»

VOTI: 1


«Solo chi ama senza speranza conosce il vero amore.»

VOTI: 1


«Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicita.»

VOTI: 1
1 2 3 4 5