Cerca un autore celebre

Charles Baudelaire

poeta, scrittore, critico letterario, critico d'arte, giornalista e traduttore francese



«L'arte è la creazione di una magia suggestiva che accoglie insieme l'oggetto e il soggetto.»

VOTI: 1


«Lo stoicismo, religione che ha un unico sacramento: il suicidio.»

VOTI: 1


«Non c'è scusa all'essere cattivi, ma v'è un certo merito nel sapersi tali; fare il male per stupidità è il più irrimediabile dei vizi.»

VOTI: 1


«Vieni mio bel gatto, sul mio cuore amoroso, trattieni gli artigli delle tue zampe, e lascia che mi immerga nei tuoi bei occhi striati di metallo e agata.»

VOTI: 1


«Ciò che la bocca si abitua a dire, il cuore si abitua a credere.»

VOTI: 1


«Prendono, meditano, i nobili atteggiamenti delle grandi sfingi allungate in fondo a solitudini, che sembrano addormentarsi in un sogno senza fine.»

VOTI: 1


«Il sesso è il lirismo del popolo.»

VOTI: 1


«Ciò che ho sempre trovato di più bello, a teatro, è il lampadario.»

VOTI: 1


«Il vino e l'uomo mi fanno pensare a due lottatori tra loro amici, che si combattono senza tregua, e continuamente rifanno la pace. Il vinto abbraccia sempre il vincitore.»

VOTI: 1


«Non pretendo che la gioia non possa accompagnarsi alla bellezza; ma dico che la gioia è uno degli ornamenti più volgari, mentre la malinconia è della bellezza, per così dire, la nobile compagna, al punto che non so concepire un tipo di bellezza che non abbia in sé il dolore.»

VOTI: 1


«Tanto più t'amo quanto più mi fuggi, o bella.»

VOTI: 1


«Vieni tu dal cielo profondo o sorgi dall'abisso, Bellezza?»

VOTI: 1


«Guidato dal tuo profumo verso climi che incantano.»

VOTI: 1


«Una passione sfrenata per l'arte è un cancro che divora ogni altra cosa.»

VOTI: 1


«Per scrivere rapidamente bisogna aver pensato a lungo.»

VOTI: 1


«Nulla eguaglia in lunghezza quei giorni zoppicanti in cui, sotto pesanti fiocchi di nevose annate, la noia, frutto della triste indifferenza, assume proporzioni d'immortalità.»

VOTI: 1


«Ma l'amore, per me, non è nient'altro che un materasso d'aghi su cui dare da bere a queste femmine crudeli.»

VOTI: 1


«Chi non sa popolare la propria solitudine, nemmeno sa essere solo in mezzo alla folla affaccendata.»

VOTI: 1


«Ho sentito passare su di me il frullo d'ali dell'imbecillità.»

VOTI: 1


«Il Cielo! Coperchio nero della grande marmitta dove bolle l'impercettibile e vasta Umanità.»

VOTI: 1
1 2 3 4 5 6