Cerca un autore celebre

Jovanotti



«Sentire il corpo, ascoltarlo, muoversi, sentirne i lamenti e scoprine i punti forti, sentirsi con il corpo dentro il paesaggio e confondere la fatica della pedalata con la fatica della terra che gira su se stessa e poi intorno al sole fino a girare come se fosse un anello della conncatenazione dei satelliti e delle stelle degli elettroni e dei nuclei e scoprire nel movimento rotondo la chiave del moviento in avanti.»

VOTI: 2


«Nella rete non c'è notte e non c'è giorno, non c'è alto e non c'è basso, non c'è corpo e non c'è calligrafia, c'è solo il bit, che viaggia e che prende la forma che gli vogliamo dare.»

tag: viaggi
VOTI: 2


«La mia è sempre di più la lingua dei viaggiatori e chi decide di ascoltarmi deve sapere che io sono uno che racconta mondi che ha visto e mondi che vuole vedere, e che non conosco a fondo la lingua del posto, la lingua degli stanziali, strimpello strumenti e parlo male diverse lingue e di volta in volta ho bisogno di musicisti e di interpreti per metter su le tende nel luogo e restare finchè non mi riprende il senso di irrequietezza che mi porta a fare di nuovo i bagagli e partire.»

tag: viaggi
VOTI: 3


«Internet non è solo un veicolo, è una forma di cultura. La rete è innanzitutto un concetto filosofico.»

tag: cultura
VOTI: 3


«L'evoluzione passa attraverso porte strette e poi chi sa se sono le porte giuste? Probabilmente sono le uniche.»

VOTI: 2


«La vertigine non è paura di cadere, ma voglia di volare.»

tag: paura
VOTI: 4