Cerca un autore celebre

Giordano Bruno

filosofo, scrittore e frate domenicano italiano

Giordano Bruno è stato un filosofo, scienziato e poeta italiano. Originario di Nola, all'età di quindici anni entrò, a Napoli, nell'ordine domenicano, che fu però costretto ad abbandonare dopo una decina di anni a causa di un'accusa di eresia. Dopo un periodo di pellegrinazioni in Italia e Svizzera, fu a Parigi, dove insegnò astronomia e filosofia.
Nel 1583, si trasferì a Londra, al seguito dell'ambasciatore francese presso la corte d'Inghilterra, città in cui rimase fino al 1585 (è a questo periodo che appartiene la pubblicazione delle sue opere maggiori).
Dopo un breve  periodo di trasferimenti in tutta Europa nel 1591 ritornò in Italia, a Venezia, invitato del patrizio Giovanni Moncenigo, che però poi lo denunciò alla Santa Inquisizione. Arrestato con l'accusa di eresia, in un primo momento Bruno decise di sottomettersi all'autorità della Chiesa, ma, trasferito a Roma (1593), ricusò poi la ritrattazione delle sue dottrine. Rimasto in carcere per sette anni, venne condannato al rogo ed arso vivo il 17 febbraio del 1600 in Campo di Fiori a Roma.
 
 
Verrà un giorno che l'uomo si sveglierà dall'oblio e finalmente comprenderà chi è veramente e a chi ha ceduto le redini della sua esistenza, a una mente fallace, menzognera, che lo rende e lo tiene schiavo.
data: 02/17/15 autore:


«Il tempo tutto toglie e tutto dà ogni cosa si muta, nulla s'annichila.»

tag: tempo
VOTI: 1


«L'ignoranza è la madre della felicità e della beatitudine sensuale.»

tag: felicita e tristezza
VOTI: 1


«Ovunque tu vada, adotta la religione del luogo.»

VOTI: 1


«Nessuno si appaga del stato suo, eccetto qualch'insensato e stolto, e tanto più quanto più si ritrova nel maggior grado del fosco intervallo de la sua pazzia.»

VOTI: 1


«L'ale scura all'aria porgo | né temo intoppo di cristallo o vetro, | ma fendo i cieli e all'infinito mi ergo | e mentre dal mio globo agli astri sorgo | e per l'eterno campo oltre penètro, | quel che altri lungi vede, lascio a tergo.»

VOTI: 1


«L'ignoranza è madre della felicità e beatitudine sensuale.»

VOTI: 1


«Tutti gli esseri viventi, sono fenomeni diversi di un'unica sostanza universale; traggono dalla stessa radice metafisica, e la loro differenza è quantitativa, non qualitativa.»

VOTI: 1


«Quei che manco intendono, credono di sapere di più, e quei che sono del tutto pazzi, pensano di sapere tutto.»

VOTI: 1


«O sant'asinità, sant'ignoranza, | santa stoltezza e pia devozione, | qual sola puoi far l'anime si buone | che umano ingegno e studio non l'avanza. | Non giunge faticosa vigilanza | d'arte qualunque sia o invenzione, | né dei sapienti contemplazione... »

VOTI: 1


«Maiore forsan cum timore sententiam in me fertis quam ego accipiam. | Forse tremate più voi nel pronunciare questa sentenza che io nell'ascoltarla.»

VOTI: 1


«Il tempo tutto toglie e tutto dà; ogni cosa si muta, nulla s'annichila.»

VOTI: 1


«Chi accresce il sapere aumenta il dolore.»

VOTI: 1