Cerca un autore celebre

Isabella Ferrari

attrice italiana



«La mia è energia personale, altro che spinta chimica! Io sono fatta così, mi sento più giovane oggi di quando avevo vent'anni. Ho molta voglia di vivere. È il motivo per cui faccio questo mestiere.»

VOTI: 1


«I genitori non si accorgono di nulla. Nello stesso tempo ci sono, quindi possono fare la loro parte. [...] Non si può vivere di paura ma penso che la famiglia sia molto potente, nel bene e nel male.»

tag: vita
VOTI: 1


«Devo ammettere una mia totale impossibilità di assumere droghe. Sono troppo sensibile. Al secondo bicchiere di vino già perdo il controllo. E, non amando perdere il controllo, è ovvio che io non posso diventare una potenziale cliente.»

VOTI: 1


«La coca si trova in un attimo e ovunque. Dietro c'è un mondo criminale, un giro di soldi inimmaginabile. C'è soprattutto il potere delle mafie con costosissime tecnologie, per produrre e distribuire, che danno guadagni enormi. Nonostante gli sforzi della polizia, sarà difficile interrompere questo flusso di guadagno.»

tag: potere
VOTI: 1


«In tv vediamo tette rifatte, donne perfettissime. Mai la normalità, che è sempre imperfetta, asimmetrica. È un mondo irreale ma visibile, inquina la vita di tutti i giorni, gli occhi dei nostri figli.»

tag: vita donne
VOTI: 1


«La coca non ti fa sentire la mediocrità che a volte sei costretto a vivere. La mediocrità oggi non è ammessa. Devi adeguarti a un modello prepotente che viene dalla televisione. In questa società tutti hanno bisogno di affermarsi, di non perdere mai.»

tag: societa
VOTI: 1


«Tutti noi abbiamo bisogno di mezzi per accettate l'imperfezione che fa parte dell'essere umano. Credo che la coca sia l'unico non-miracolo scambiato per miracolo.»

tag: arte
VOTI: 1


«C'è moltissima gente che tira normalmente sul lavoro: per fare meglio la segretaria, per operare i pazienti, per trovare il coraggio di fare il vigile del fuoco. C'entra la fragilità dell'uomo, sempre più stressato, c'entrano la solitudine e l'impossibilità di ammettere la sofferenza. E soprattutto la troppa competizione. La coca sembra farti passare la paura del disagio, nascondere il tuo lato debole.»

tag: lavoro coraggio solitudine paura competizione
VOTI: 1


«Per me, da giovane, il drogato era quello autodistruttivo che si faceva di eroina, fino alla morte. La coca invece ti illude di potercela fare, di riuscire a stare al mondo. Ti dà un senso di sicurezza e potenza.»

tag: droga auto
VOTI: 1


«Non trovo giusto demonizzare la bellezza. L'importante è però volere lasciare un segno, essere curiosi, imparare, guardare altrove. Adesso penso di essere stata fortunata, se non mi sono mai montata la testa lo devo alla mia famiglia, a come mi hanno cresciuta. Però sono partita grazie alla bellezza non al talento.»

tag: bellezza famiglia talento
VOTI: 1


«Sono stata una ragazzina che ha iniziato con una sigla tv, non facevo praticamente niente se non mostrare la mia bellezza. Avevo il vento fra i capelli, ero appoggiata a un pianoforte, guardavo nel vuoto e mi lasciavo guardare. Quella che oggi si dice una velina.»

tag: bellezza
VOTI: 1


«Ho un'idea dell'educazione che non è legata al limite, alla negazione delle cose, ma sempre alla discussione, allo scambio di opinioni. Mi sembra già un successo quando i miei figli si confidano. Non potrò mai limitarli. Probabilmente ho anch'io i miei limiti di madre.»

tag: educazione
VOTI: 1


«Mia figlia si informa, legge, mi ha chiesto di vedere insieme Gomorra. In un certo senso io monitorizzo la sua vita, so chi vede, cosa si dicono fra amici. La comunicazione è assoluta fra noi. E poi spero che i miei figli portino fuori casa il messaggio che si può essere diversi. Ognuno di noi può fare qualcosa all'interno della famiglia per migliorare la società.»

tag: amicizia
VOTI: 1


«Sono convinta che conta la qualità delle cose che si dicono e si esprimono in famiglia, per questo insisto a fare una riunione serale tutti insieme, perché penso che anche il più piccolino debba dire la sua.»

tag: famiglia
VOTI: 1


«Non voglio mettere al rogo la bellezza, uno può essere bello ma anche pensante, però l'immagine delle ragazzine che ne viene fuori è spaventosa. Penso che un regista bravo dovrebbe cominciare a raccontare tutto questo, proprio come si racconta la camorra.»

tag: amore
VOTI: 1


«In Italia si fa sempre di più un uso propagandistico e superficiale della donna.»

VOTI: 1


«Forse troppi scioglimenti di matrimoni fanno parte del consumismo.»

tag: arte
VOTI: 1


«Sono così impaurita dalla vita, da tutto quello che ti può succedere, che cerco di stare centrata, cerco di darmi delle spiegazioni.»

tag: vita
VOTI: 1


«Quando stai con una persona da 12 o 13 anni è un po' come se il rapporto entrasse nell'età dell'adolescenza, senti il matrimonio una fatica, senti la fatica di portare giù i bidoni della spazzatura. Ma l'accettazione di portare giù i bidoni della spazzatura è andare oltre. Perché il problema non è lì. Se non è lì allora è quella cosa che si supera, come l'adolescenza appunto, ma devi dare il tempo anche all'altro di entrare in questa armonia. E allora devi cercare di starci dentro, ti può portare via soltanto un altro grande sentimento. Sennò rischi di scalpitare solo per scalpitare e quindi bruciare tutto.»

tag: tempo
VOTI: 1


«Sento donne dire che il matrimonio è uguale alla morte. Ecco, io non penso sia così. Quando leggo di gelosie, mi dico ma forse io non sono più giovane, perché non ne ho più... Sono in un rapporto molto maturo, di grande amore»

tag: amore donne
VOTI: 2
1 2