Cerca un autore celebre

Blaise Pascal



«L'espressione è di tutti ma il sentimento è di pochi!»

VOTI: 1


«L'inclinazione ad amare se stessi è l'inizio di ogni disordine in guerra, in politica, in economia, nel corpo.»

VOTI: 1


«Poichè, insomma, che cos'è l'uomo nella natura? | Un nulla in confronto all'infinito, un tutto in confronto al nulla, un qualcosa di mezzo tra nulla e tutto. Infinitamente lontano dal poter comprendere gli estremi, la fine delle cose e il loro principio sono invincibilmente legati in un segreto impenetrabile per lui, che è ugualmente incapace di scorgere il nulla da cui egli è tratto e l'infinito da cui è inghiottito.»

VOTI: 1


«Tout le malheur des hommes vient d'une seule chose, qui est ne savoir pas demeurer en repos dans une chambre. | Tutta l'infelicità umana viene da una sola cosa, cioè dal non sapere stare in riposo in una stanza.»

VOTI: 1


«Ho scritto questa lettera più lunga solo perché non ho avuto tempo di farla più corta.»

VOTI: 1


«Più uno è intelligente, più sono le persone che uno trova originali: la gente ordinaria non vede differenza tra gli uomini.»

VOTI: 1


«Quale chimera è, dunque, l'uomo? | Quale novità, quale mostro, quale caos, quale soggetto di contraddizione, quale prodigio... Chi sbroglierà questo garbuglio?»

VOTI: 1


«I limiti della mentalità. | "Ciascuno esamini i propri pensieri: li troverà sempre occupati del passato e dell'avvenire. | Non pensiamo quasi mai al presente, o se ci pensiamo, è solo per prenderne lume al fine di predisporre l'avvenire. | Il presente non è mai il nostro fine: il passato o il presente sono i nostri mezzi; solo l'avvenire è il nostro fine. Così, non viviamo mai, ma speriamo di vivere, e, preparandoci sempre ad esser felici, è inevitabile che non siamo mai tali".»

VOTI: 1


«Il passato non deve preoccuparci perché di esso non possiamo che rimpiangere i nostri errori. | Tuttavia, il futuro deve preoccuparci ancor meno, perché non ha niente a che fare con noi e forse non lo raggiungeremo mai. | Il presente è l'unico tempo veramente nostro... | Tuttavia, il mondo è talmente inquieto che non pensiamo quasi mai al presente e all'istante che stiamo vivendo, ma sempre a quello che vivremo. | In questo modo siamo sempre impegnati a vivere il futuro e mai a vivere adesso.»

VOTI: 1


«Il primo effetto dell'amore è di ispirare un gran rispetto: si ha una sorte di venerazione per ciò che si ama. È giustissimo: non si vede nulla nel mondo di così grande come ciò che si ama.»

VOTI: 1


«È molto più bello sapere qualcosa di tutto, che tutto di una cosa.»

VOTI: 1


«Volete che gli altri pensino bene di voi? Non parlatene.»

VOTI: 1


«L'abitudine è quella che rende le nostre prove più forti e più credute: essa piega l'automatismo e questo trascina l'intelletto senza che esso se ne accorga. Bisogna acquistare una credenza più facile, che è quella dell'abitudine la quale, senza violenza, senz'arte, senza prova, ci fa credere le cose e inclina tutte le nostre potenze a questa credenza, sì che la nostra anima cade in essa naturalmente.»

VOTI: 1


«La natura imita se stessa. Un seme gettato in una buona mente porta dei buoni frutti; anche un principio gettato in una buona mente porta dei buoni frutti. Tutto è creato e condotto dallo stesso Maestro, la radice, il ramo, i frutti, i principi, le conseguenze.»

VOTI: 1


«Le qualità dell'animo non si possono acquistare con l'abitudine; si perfezionano solamente.»

VOTI: 1


«Non cerchiamo mai le cose, ma la ricerca delle cose.»

VOTI: 1


«L'ultima cosa che si scopre scrivendo un libro è come cominciare.»

VOTI: 1


«Se tutti gli uomini sapessero ciò che dicono gli uni degli altri non vi sarebbero quattro amici nel mondo.»

VOTI: 1


«Il silenzio è la più grande persecuzione, ma i santi hanno taciuto.»

VOTI: 1


«Farsi beffe della filosofia vuol dire essere un vero filosofo.»

VOTI: 1
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10